Il respiro delle note

Quartetto.jpg

Markus Stockhausen - tromba

Gianluigi Trovesi - clarinetto/sax

Andrea Bressan - fagotto

Saverio Tasca - vibrafono

Il respiro delle note è un progetto che nasce dall’incontro fra 4 musicisti di diversa provenienza musicale: jazz, classica, etnica e contemporanea, uniti da un comune amore per l’improvvisazione e una concezione del “fare musica” in cui la creatività del momento e il contatto vivo e la partecipazione del pubblico sono alcuni fra gli elementi fondamentali.

Il respiro di tre straordinari musicisti a fiato: Markus Stockhausen, Gianluigi Trovesi e Andrea Bressan, con l’aiuto del raffinato vibrafonista Saverio Tasca, è l’elemento vitale e allo stesso tempo magico che consente un percorso variegato di linguaggi e stili. Attraverso il respiro che diventa suono si avrà la possibilità di partecipare ad un concerto dove la libertà espressiva e l’attenzione a culture musicali differenti,  a linguaggi diversi, a molteplici mondi sonori saranno le chiavi per capire che “aria tira” nel mondo della musica di oggi e di sentire suoni  e cogliere atmosfere che  sono riflesso e  specchio della nostra contemporaneità.

Il repertorio del gruppo è costituito da brani scritti dai musicisti stessi, continuamente mutati e modificati nel corso dei loro concerti, sfruttando attentamente le risorse offerte dagli affascinanti colori e suoni degli strumenti del quartetto, in una continua ricerca di stimoli e spunti per percorsi musicali nuovi e inediti.

Questo concetto di musica intuitiva è un modo di fare musica in cui l’intuizione è centrale e dove l’obiettivo è di far scorrere liberamente la propria espressività e di produrre una musica in grado di tener conto dello spazio acustico e qualitativo, della qualità e della disposizione (d’animo) dei musicisti, del pubblico presente e dell’istantanea ispirazione.